Super User

Super User

Mercoledì, 22 Febbraio 2017 17:47

Rossana Rossanda: Lettera a Sinistra Italiana

Messaggio al congresso in corso a Rimini. Rflettere sul Novecento. Strumento e soggetti del cambiamento. Le domande aperte

Cari compagni, vi ringrazio per la vostra lettera e l’invito a partecipare al vostro dibattito congressuale.

È evidente che mi interessa. Ho letto i documenti che avevate da qualche tempo preparato, ma potete comprendermi se mi riguardano come materiale di riflessione piuttosto che come decisione di schieramento.

Vi prego di tenere presente, oltre alla mia età e al mio stato di salute, il lungo percorso che ho fatto. E con non poche sconfitte. Non me ne rincresce.

Ma mi obbliga – a quanto sembra diversamente dalla maggior parte dei fermenti che si sono sviluppati intorno alla crisi del Partito Comunista Italiano, prima e, poi, del Partito democratico – a uno sguardo e a un bilancio su quella che è stata la storia passata del movimento operaio italiano e, almeno, europeo. Si tratta di un secolo di elaborazione teorica e di lotte.

 

Gentile Garante Beppe Grillo,
ci rivolgiamo a Lei, a nome di Comitati, Gruppi di cittadinanza attiva e singole persone, di cui alcune hanno votato per il M5S, altre lo hanno guardato con favore perché poteva rappresentare  quel desiderio  di discontinuità che era maturato nella società romana.  Era questo, peraltro, l’impegno annunciato. Da qui il successo elettorale e quindi l’onere di attuare l’inversione  necessaria nei metodi e negli atti di governo della città: l’apertura del Campidoglio alla partecipazione degli abitanti e la riformulazione delle politiche ancorate alla valorizzazione della rendita e agli egoismi privati.


Roma 20 gennaio 2017 - Stadio a Tor di Valle
Le quattro proposte alternative di Italia Nostra Roma coerenti con il Piano Regolatore Generale.
Sono intervenuti fra gli altri: Oreste Rutigliano e Mirella Belvisi vice presidenti di Italia Nostra Roma, Ferdinando Imposimato presidente onorario aggiunto della Suprema Corte di Cassazione e il prof. Ettore Maria Mazzola della University of Notre Dame

Martedì, 14 Febbraio 2017 20:34

Il comunicato di Paolo Berdini

 

«Mentre le periferie sprofondano in un degrado senza fine e aumenta l’emergenza abitativa, l’unica preoccupazione sembra essere lo stadio della Roma. Dovevamo riportare la città nella piena legalità e trasparenza delle decisioni urbanistiche, invece si continua sulla strada dell’urbanistica contrattata, che come è noto ha provocato immensi danni a Roma. Era mia intenzione servire la città mettendo a disposizione competenze e idee. Prendo atto che sono venute a mancare tutte le condizioni per poter proseguire il mio lavoro. Ringrazio coloro che hanno collaborato con me e le tante persone che mi hanno sostenuto in questi mesi di duro impegno. Da questo momento le mie dimissioni sono irrevocabili».

di Vezio De Lucia  pubblicato su il manifesto10 febbraio 2017

«Questione romana. Il virus del trasformismo sembra aver contagiato i grillini»

 

L’imprudenza di Paolo Berdini non può trasformarsi in un viatico per l’approvazione dello Stadio. Il progetto che va sotto il nome Stadio della Roma è forse la più grossa speculazione fondiaria tentata a Roma dopo l’Unità d’Italia.

La quinta seduta della Conferenza dei Servizi sul progetto dello stadio della Roma ha votato la sospensione a decorrere da oggi per 30 giorni.
Il sit in dei comitati che ne chiedono la decadenza.

Mercoledì, 25 Gennaio 2017 18:25

Attuare la Costituzione - Un dovere inderogabile

"Programma urgente per l'attuazione della Costituzione"
Roma 22 Gennaio 2017
In questi ultimi anni sono nate associazioni, aggregazioni, formazioni, gruppi, partiti che hanno già sviluppato un percorso importante, di consapevolezza e approfondimento, di azione e di informazione. Nell'ultimo anno è partita, tra le altre, un'azione di aggregazione attorno al minimo comun denominatore dell'attuazione della Costituzione, che ha fortemente lavorato anche per la fondamentale battaglia in difesa della nostra Carta, in occasione del referendum costituzionale del 4 dicembre.

Assemblea Nazionale dei Comitati territoriali del No

Roma 21 gennaio 2017 - Spin Time Labs
Dopo la vittoria del Referendum del 4 dicembre 2016 i Comitati restano in campo per attuare la Costituzione

Discussione e confronto sul Bilancio di Roma Capitale

Roma 18 gennaio 2017 Sala del Consiglio Via della Greca 5


Dopo la bocciatura da parte dell'Oref, in questi giorni riprenderanno i lavori in Aula Giulio Cesare per l'approvazione del Bilancio previsionale 2017-19 del Comune di Roma.

Per chiarire e approfondire la complessa situazione economico-finanziaria della nostra città e in vista dell'imminente discussione sui nuovi documenti di bilancio ne parliamo, tra gli altri, con:
Michele Dau, Fabio Alberti, Giovanna Seddaiu, Stefano Fassina.

Programma urgente per l’attuazione della Costituzione della Repubblica democratica Italiana

Assemblea nazionale – Roma, Domenica 22 gennaio 2017

di Paolo Maddalena

 

Quadro Generale di riferimento

La vittoria del No al referendum ha dimostrato che la maggioranza degli Italiani si è resa conto del fatto incontestabile che stiamo vivendo in un “sistema economico predatorio” (causato dal pensiero unico dominante del neoliberismo), che produce arricchimento per pochi (globalizzazione dei capitali) e impoverimento per molti (globalizzazione della miseria); mentre nei primi trenta anni del dopo guerra ci eravamo abituati ad un “sistema economico produttivo” (di stampo Keynesiano) che produceva la redistribuzione della ricchezza e il benessere di tutti.


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.altranews.it/home/templates/jf_taman/html/com_k2/default/user.php on line 260
Pagina 9 di 39

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa.