L'altra news - Politica
Vota questo articolo
(0 Voti)

di Marco Lillo pubblicato su ilfattoquotidiano.it il 31/3/2015

L’inchiesta di Napoli ci svela che Massimo D’Alema e Matteo Renzi sono diversi ma hanno una cosa in comune: l’uso di una fondazione per raccogliere i soldi e i servizi utili per fare politica senza nessun obbligo di dichiarare i finanziatori né di spiegare come hanno speso i soldi così raccolti.

I contributi annuali a un partito o a un parlamentare, sopra i 5 mila euro, devono essere sempre dichiarati alla Camera di appartenenza. Anche le entrate e uscite in campagna elettorale devono essere rendicontate a pena di sanzioni. Se un parlamentare incassa 60 mila euro o si fa pagare le spese del suo telefonino da un privato deve quindi dichiararlo.

Oltre il Rubicone

Martedì, 31 Marzo 2015 08:22
Vota questo articolo
(0 Voti)

di Corradino Mineo pubblicato sul suo profilo Facebook il 31 marzo 2015

Un sindaco del Pd viene arrestato perchè avrebbe preso tangenti da una potente cooperativa che fiancheggia il Pd, ma nella direzione del Pd la madre di tutte le battaglie - incipit di Marcello Sorgi- riguarda,invece, la legge elettorale. Renzi si è spiegato bene. In Gran Bretagna, con una legge super maggioritaria, è probabile che le urne portino ancora a un governo di coalizione. Fukkuyama (il politologo che teorizzò la fine della storia per poi ricredersi) parla degli USA come di una democrazia del blocco e del veto. Solo una legge che renda inoffensivi tutti i partiti tranne uno, e garantisca a un leader il controllo pieno del parlamento, potrà salvare la democrazia, in Italia e nel mondo.

Vota questo articolo
(0 Voti)

unions

Care lavoratrici e cari lavoratori metalmeccanici, sabato 28 marzo ci ritroveremo a Roma per la dignità e la libertà del lavoro.

Nei mesi scorsi, insieme, ci siamo battuti contro il Jobs Act del governo che non crea nuovo lavoro né affronta il dramma della precarietà e della disoccupazione giovanile.

Vota questo articolo
(0 Voti)

unions

Roma 28 marzo 2015 - Manifestazione nazionale della FIOM - Per i diritti, il lavoro, la democrazia, la giustizia sociale, la legalità, il reddito, l'Europa. Vi apettiamo tutti a piazza Esedra alle ore 14 per un corteo fino a piazza del Popolo.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Rodotà

di Stefano Rodotà pubblicato su Micromega il 15 marzo 2015

 

Entrata nell’uso, l’espressione “coalizione sociale” è stata ieri ufficializzata da Maurizio Landini. Come, e perchè, si cerca una nuova forma dell’azione politica collettiva? Negli ultimi tempi si è delineato un rapporto tra Stato e società, o piuttosto tra governo e società, segnato da un forte riduzionismo, dove l’unico soggetto sociale ritenuto interlocutore legittimo è l’impresa.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Paul Ginsborg

di Massimo Vanni pubblicato su Repubblica.it il 26 febbraio 2015

Lo storico: "Da una parte incombe una minaccia esterna, perché i partiti razzisti e anti-democratici stanno crescendo a velocità impressionante. Dall'altra la minaccia interna di una democrazia impreparata e screditata, non solo in Italia, e di un numero crescente di persone pronte a posizioni estremiste"

Vota questo articolo
(0 Voti)

Elezioni regione Toscana

di Riccardo Chiari pubblicato su ilManifesto.it il 26 febbraio 2015

Regionali. La decisione presa da Sel, i comitati dell'Altra Europa, Rifondazione, numerose liste cittadine, Sinistra Anticapitalista e Pdci, all’indomani della svendita dell’Ansaldo Breda di Pistoia

Vota questo articolo
(0 Voti)

Stefano Rodotà

di Salvatore Cannavò pubblicato su IlFattoQuotidiano il 26 febbraio 2015

Stefano Rodotà ha seguito con interesse la polemica nata attorno alle proposte di Maurizio Landini. Il termine “coalizione sociale” è di suo conio e qualche settimana fa, proprio con Il Fatto, aveva spiegato il senso della proposta. Dopo il clamore suscitato dall’intervista del segretario Fiom, torna sull’argomento.  

Pagina 8 di 11

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa.