Festa della Costituzione organizzata dal Comitato per il No
Roma - Città dell'Altra Economia
Venerdì 14 ottobre 2016
Dibattito su:
Riforma, grandi opere, tutela del territorio e sanità
partecipano: Paolo Berdini, Giulia Sarti, Claudio De Fiores, Anna Falcone, Walter Tocci, Pancho Pardi, modera: Ilaria Bonaccorsi (direttrice Left)

Vota questo articolo
(1 Vota)

di Bruno Ceccarelli 

Manca qualche mese e si rischia di constatare che malgrado siano trascorsi due anni dalla sciagurata decisione della Giunta Marino e della Assemblea Capitolina di concedere il riconoscimento del pubblico interesse per la prevista costruzione del nuovo Stadio della Roma, la vicenda non solo non si è conclusa (negativamente come doveva essere) ma si insiste.

Paolo Berdini sfida Renzi: «Ora un patto per la Capitale» In evidenza

Venerdì, 23 Settembre 2016 07:20
Vota questo articolo
(1 Vota)

Intervista di Eleonora Martini a Paolo Berdini pubblicata su Il Manifesto il 22 settembre 2016

Il no secco di Virginia Raggi alle Olimpiadi del 2024 non ferma il sogno dell’assessore all’Urbanistica di dare a Roma un futuro da vera capitale d’Italia. Paolo Berdini a questo punto rivolge la sfida non più al comitato olimpico, come avrebbe voluto, ma direttamente a Matteo Renzi: «Il primo ministro ha sottoscritto con il sindaco Beppe Sala un patto per Milano stanziando 1,5 miliardi di euro. Roma si candiderà al patto per la Capitale da sottoscrivere con Palazzo Chigi».


Roma 18 settembre 2016 nella sala dell'ex Inpdap in via S:Croce in Gerusalemme 55 si è svolta l'assemblea nazionale dei comitati territoriali per il No
Hanno introdotto i lavori Domenico Gallo e Mauro Beschi
Sono intervenuti tra gli altri: Giovanni Russo Spena, Maurizio Marcelli, Alessandro Pace, Antonello Falomi, Martina Carpani, Alfonso Gianni, Mario Nobile e Franco Russo, Pancho Pardi, Claudio Riccio, Vincenzo Vita, Bia Sarasini, Francesco Baitti, Manuela Palermi, Pietro Adami.
I saluti all'assemblea Bobo Craxi e le conclusioni di Alfiero Grandi.

Sabato 10 settembre 2016, ore 14:30 – 19:00 Casa Internazionale delle Donne, Roma Via della Lungara 19

I parte Seminario
Coordina: Francesco Martone (Un ponte per…)
Introduzione
Roberto Morea – transform! italia
Walter Baier – transform! europe

Relazioni
Il neutralismo nel movimento antimilitarista e socialista prima della Grande Guerra Sergio Dalmasso – Storico del movimento operaio

Il neutralismo nel pensiero cattolico e nel movimento nonviolento nel dopoguerra Lidia Menapace – pacifista comitato nazionale ANPI ex partigiana

L’esperienza del movimento dei paesi non allineati Gian Paolo Calchi Novati – Università di Pavia – ISPI

Olimpiadi, stadio e Metro C, i cittadini chiedono coerenza al M5S In evidenza

Giovedì, 08 Settembre 2016 20:13
Vota questo articolo
(0 Voti)

Roma 7 settembre 2016

Virginia Raggi è stata eletta sindaca di Roma con un consenso altissimo, perché lei e il Movimento 5 stelle da lei rappresentato, avevano promesso una totale discontinuità con i governi del passato.

Un passato che ha visto numerosi casi di corruzione disseminato di opere inutili e dannose che hanno gravemente indebitato il Comune, e caratterizzato da una carenza di ascolto delle richieste e dei bisogni dei cittadini.

 

Ora noi chiediamo con forza che questa discontinuità si realizzi nei fatti.

 

Le Olimpiadi del 2024, lo stadio a Tor di Valle cosiddetto “della Roma”, ma in realtà appartenente a società finanziarie private, e la Metro C, sono le tre operazioni simbolo di quel passato, che tutti vogliamo dimenticare e che vanno rigettate immediatamente e senza alcuna esitazione.

Roma Giovedì 21 luglio alle ore 16.00 presso la Camera dei Deputati (Sala Aldo Moro) in Piazza del Parlamento, si è svolta la presentazione del libro "Suicidate Attilio Manca" di Lorenzo Baldo.

Ecco perché ho accettato la proposta di Raggi In evidenza

Domenica, 19 Giugno 2016 18:47
Vota questo articolo
(0 Voti)

di Paolo Berdini pubblicato su Il Manifesto il 19 giugno 2016

Urbanistica. C'è una maturazione politica e culturale, sono arrivate due proposte di lavoro coraggiose. La candidata romana con me e Chiara Appendino con Guido Montanari hanno scelto di ricostruire il profilo della legalità mettendo in soffitta la cultura delle deroghe e privilegiando il diritto sociale alla città e ai beni comuni

Roma è una città fallita. Ai 13,5 miliardi certificati dal Commissario governativo ne vanno aggiunti due degli anni del sindaco Marino e un numero finora imprecisato che proviene dall’accensione di titoli derivati. Roma supera dunque i parametri di legge che regolano l’indebitamento degli enti locali e se il Governo volesse – e non è detto che non giocherà questa carta – potrebbe sciogliere il governo municipale. Dei candidati sindaci che si sono presentati al primo turno solo Raggi e Fassina hanno posto con chiarezza la questione proponendo l’apertura della rinegoziazione del debito. Silenzio da tutti gli altri, compreso quello di Giachetti.

Pagina 9 di 32

Agenda

Nessun evento trovato

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa.